Lo chef Cammerucci sale in cattedra



Un alto numero di presenze alla lezione tenuta dallo chef Vincenzo Cammerucci.

In molti, fra cuochi, docenti e semplici appassionati, si sono dati appuntamento all’Istituto alberghiero “A. Panzini” per assistere la primo appuntamento 2007 dell’Associazione provinciale cuochi Ancona.

Protagonista assoluto dell’incontro professionale è stato lo chef Vincenzo Cammerucci, il cui successo a livello nazionale è dato dalla sua capacità di creare una cucina fresca, fatta di sapori chiari e penetranti, messi in risalto dall’abbinamento tra qualità degli ingredienti e grande manualità.

Per l’occasione Cammerucci ha dato mostra delle sue doti nella preparazione del seguente menù: cappesante crude con daikon, sale speziato e liquirizia, mezze lune con razza, sedano e capperi, gnocchi soffiati di zucca con sgombro affumicato e rapa rossa, calamari farciti con broccoletti verdi, salsa di parmigiano e lime, carrè di agnello con carciofi e timo, cremoso al cioccolato e lamponi, cioccolato bianco al latte, crema inglese e spuma al torrone.

Lo chef Cammerucci ha conquistato per la sua chiarezza e semplicità; una limpidità di linguaggio che si ritrova anche nell’ultimo volume realizzato dall’Associazione cuochi dal titolo “Un territorio, i suoi frutti, i suoi sapori e le sue ricette”, a cui lo chef patron del ristorante “Lido Lido” di Cesenatico ha preso parte proponendo e firmando quattro piatti, dall’antipasto al dolce, legati alla tradizione culinaria del territorio marchigiano.

Dal Corriere Adriatico

di Argentati Silvia


592 letture

In questa sezione...